ARKOM, amministrazioni condominiali

Gestiamo immobili per professione

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Adempimenti Fiscali Condomini

Detrazioni per ristrutturazioni salite dal 36% al 50%

E-mail Stampa PDF

In questo periodo di massima emergenza economica, arriva una notizia che rappresenta una boccata d’aria per i contribuenti, per coloro che devono ristruttura casa o il condominio e per le imprese che si trovano di fronte a nuove opportunità di lavoro.

Si dice da tempo che per dare una bella scossa all'economia in crisi, sarebbe necessario rilanciare l'edilizia che ne rappresenta uno dei settori trainanti e probabilmente il Governo ha ritenuto valida questa ipotesi e ha deciso di puntare su questo rilancio, dal momento che il ministro Corrado Passera ha approntato un  nuovo Decreto Sviluppo, recante Misure urgenti per la crescita, che prevede tra i suoi contenuti di portare dal 36% al 50%  la quota di spese sostenute per gli interventi di ristrutturazione edilizia che è possibile detrarre dall'Irpef.

Il provvedimento è stato approvato il 15 giugno 2012 e con la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale n. 147 del 26 giugno 2012 - Suppl. Ordinario n.129 è ufficialmente entrato in vigore.

Il Decreto Sviluppo non solo fa salire l'attuale 36% fino al 50%, ma aumenta anche la soglia dell'importo dei lavori detraibile dalle imposte, che sale invece dai 48.000 euro precedentemente previsti fino a 96.000 euro. Quindi il risparmio per il cittadino passa dai 17.280 euro di prima a 48 mila euro, in pratica triplicando lo sconto fiscale massimo ottenibile.

Il bonus ristrutturazioni sarà del 36% o del 50% a seconda della data in cui è stato effettuato il pagamento.

Quindi, poiché le nuove misure sono entrate in vigore lo scorso 26 giugno, tutte le spese effettuate prima di questa data rientrano nella vecchia normativa. Pertanto, esse usufruiranno della detrazione del 36%, con un tetto di spesa di 48 mila euro.

Tutte le spese sostenute a partire dal 26 giugno 2012, invece, potranno usufruire del bonus del 50%. Inoltre il tetto di spesa è stato portato complessivamente a 96.000 euro. Quindi, da questo importo di riferimento, andrà detratta la somma già spesa usufruendo della vecchia normativa.

Attenzione, però. La normativa introdotta con il decreto legge 83/2012 resterà in vigore soltanto fino al 30 giugno 2013. Quindi, chi non si affretterà a completare le spese per i lavori, dopo quella data, potrà avvalersi soltanto del 36% di bonus, con un tetto di spesa che tornerà a 48.000 euro.
In pratica è probabile che se per tale data si è già superato il tetto dei 48.000 euro, non si potrà usufruire di ulteriori detrazioni per le spese ancora da compiere.

 

Mancata presentazione modello 770. Sanzioni.

E-mail Stampa PDF
Nel caso in cui siano state versate le ritenute d'acconto ma non sia stato presentato il modello 770 il condominio va incontro ad una sanzione da un minimo di 258 euro a un massimo di 2.065 euro, oltre 51 euro per ogni percipiente non indicato.
 

Ritenuta d'acconto ridotta al 4% per i lavori straordinari

E-mail Stampa PDF
È stata ridotta dal 10% al 4% la ritenuta d'acconto trattenuta dalle banche e dalle poste sui bonifici incassati dagli esecutori dei lavori di ristrutturazioni edilizie e per il risparmio energetico. La nuova percentuale si applica ai bonifici effettuati dal 6 luglio 2011, data di entrata in vigore della manovra (articolo 23, comma 8 del decreto legge 98/2011) e modifica la misura della trattenuta, introdotta dal 1° luglio 2010, sui pagamenti che devono obbligatoriamente essere effettuati tramite bonifico bancario o postale, al fine di consentire al committente dei lavori la detrazione del 36% sulle ristrutturazioni edilizie e del 55% sugli interventi per il risparmio energetico. La ritenuta viene applicata dalla banca.
 
E-mail Stampa PDF

COMUNICAZIONE ELENCO FORNITORI

Dalla manovra finanziaria 1998 l’amministrazione finanziaria obbliga gli amministratori del condominio a effettuare una comunicazione annuale all’anagrafe tributaria relativa ai beni e servizi acquistati dal condominio, corredata dell’indicazione del loro ammontare e dei dati identificativi dei relativi fornitori. Tale comunicazione deve avvenire tramite la compilazione del modello AC da allegare alla dichiarazione dei redditi dell’amministratore stesso. Nel modello non devono essere comunicati: - gli importi relativi alle forniture di acqua, energia elettrica e gas; - gli importi, relativi agli acquisti di beni e servizi effettuati nell’anno solare, di ammontare non superiore complessivamente a Euro 258,23 per singolo fornitore; - gli importi relativi a forniture di servizi che hanno comportato da parte del condominio il pagamento di somme soggette alle ritenute alla fonte (in quanto tali importi verranno indicati nel mod. 770 del condominio).

 

Lavori per il 55%: nel 2009 non serve comunicazione

E-mail Stampa PDF
 D. Per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici è stato introdotto l’obbligo di inviareuna comunicazione all’Agenzia delle Entrate, secondo le modalità che avrebbero dovuto esserecomunicate dall’Agenzia entro febbraio 2009. Non mi sembra, però, che l’agenzia abbia emanatoqueste istruzioni nè l’apposito formulario. Vi risulta che sia prevista a breve qualche nota in meritooppure l’obbligo del questionario deve considerarsi abbandonato per quest’anno?G. F – Ravenna-----R. L’articolo 29, DL 185/2008, convertito nella legge 2/2009, ai fini del 55% ha previsto, per lespese sostenute nel 2008, il ripristino delle modalità applicative precedenti (detrazione del 55%automatica, senza limiti di stanziamento); per le spese sostenute nel 2009 e 2010, l’invio di unacomunicazione all’agenzia delle entrate , fermi restando i precedenti adempimenti (comunicazione all’Enea entro 90 giorni dall’ultimazione dei lavori);
Leggi tutto...
 
  • «
  •  Inizio 
  •  Prec. 
  •  1 
  •  2 
  •  Succ. 
  •  Fine 
  • »


Pagina 1 di 2

Comune di Vicenza: Tutte le notizie
  • Olio usato da cucina, AIM Ambiente posiziona 10 raccoglitori in tutta la città
    Un litro di olio da cucina, versato su una superficie d’acqua, produce una pellicola inquinante grande quanto un campo da calcio e rende non più potabile un milione di litri d’acqua. Disperso nel terreno, blocca l’assunzione delle sostanze nutritive da parte delle piante, compromettendone lo sviluppo e la stessa vita. Tanti motivi, dunque, per non gettare negli scarichi domestici l’olio da cucina usato per le fritture o nei sottoli: un gesto incivile e, purtroppo, altrettanto sottovalutato, in quanto è ancora troppo recente e poco praticata l’abitudine di separare e di smaltire nei modi opportuni l’olio alimentare. Tra l’altro, si sottovaluta il fatto che, buttato nel lavandino, contribuisce ad otturare gli scarichi di casa. Da anni AIM Ambiente distribuisce gratuitamente un contenitore da 3 litri, munito di setaccio e tappo ermetico, per la raccolta dell’olio domestico, che poi può essere svuotato in una delle 3 riciclerie urbane. In questi giorni però, l’Azienda ha voluto investire energie e risorse nel servizio e nella praticità avvicinando i punti di raccolta agli utenti. È così che, in collaborazione con alcuni importanti e lungimiranti supermercati e attività commerciali, AIM Ambiente ha posizionato in dieci punti strategici della città altrettanti contenitori di colore verde, con capacità di 500 litri ciascuno, dotati di sistemi speciali atti a evitare la fuoriuscita del liquido, con un indicatore di riempimento e corredati da istruzioni multilingue. Saranno tutti monitorati e svuotati con frequenza, per garantire la costante possibilità di versarvi l’olio, provvedendo alla pulizia dei contenitori e dell’area circostante.  Possono accedere al servizio tutte le utenze domestiche del comune di Vicenza mentre le riciclerie continueranno ad effettuare regolarmente la raccolta come nel passato. I dieci contenitori sono stati dislocati nei seguenti punti: Super A&O di S. Pio X, in via Giuriato, 64; Super A&O Laghetto, di via dei Laghi, 109; Super A&O S. Agostino, Via Baracca; Famila Vicenza, in Galleria Parco Città; Emisfero Vicenza, all’interno del Centro commerciale Palladio; Supermercato PAM di viale Trento; Natura SÌ di via Divisione Aqui; in Riviera Berica, in via Rosselli, angolo De Nicola, in prossimità della casetta dell’acqua; a Santa Bertilla, via Mercato Nuovo, in prossimità della casetta dell’acqua; a San Bortolo, in via Prati, in prossimità della casetta dell’acqua. AIM Ambiente ha in progetto di aumentare in futuro i punti di raccolta, rendendo il servizio più capillare e interessando anche altri esercizi commerciali che daranno la propria adesione all’iniziativa. Ma è prevista anche possibile estensione del servizio anche alle utenze non domestiche, mediante un servizio personalizzato di raccolta con la concessione di contenitori in comodato d'uso gratuito. È importante precisare che è vietato introdurre nei contenitori qualsiasi tipo di rifiuto diverso dall’olio alimentare, come ad esempio olii minerali per motori. Inoltre, i contenitori utilizzati per trasportare da casa l’olio non vanno abbandonati all’esterno del contenitore, mentre si raccomanda di mantenere il più possibile pulito il contenitore, evitando sversamenti accidentali, così come pure l’area circostante il contenitore stesso. L’olio alimentare esausto viene trattato mediante processi di “rigenerazione” che prevedono una speciale fase di lavorazione attraverso la quale si ottengono nuove basi di lubrificanti con caratteristiche chimico-fisiche e tecnologiche analoghe a quelle prodotte dal petrolio greggio, ma meno inquinanti. Attraverso tali processi di trattamento e di riciclo si ottengono prodotti di elevata qualità come lubrificanti vegetali per macchine agricole,  estere metilico componente del biodisel, glicerina per la saponificazione, combustibile per il recupero energetico. In Italia opera il Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati – CONOU, che coordina l’attività di 74 aziende private di raccolta distribuite su tutto il territorio nazionale che ogni giorno raccolgono i lubrificanti usati dai detentori di questo rifiuto.  
  • In città come a Salisburgo, presentata la quinta edizione di Vicenza in lirica
    E' stata presentata questa mattina a Palazzo Chiericati la quinta edizione di “Vicenza in lirica – dialoghi barocchi”. Il festival, organizzato dall'associazione Concetto Armonico con la collaborazione dell'assessorato alla crescita del Comune di Vicenza, avrà inizio il 26 agosto e si concluderà il 9 settembre, coinvolgendo i luoghi di rilievo della città palladiana, tra cui il Teatro Olimpico, le Gallerie d'Italia - Palazzo Leoni Montanari, Palazzo Chiericati, la Chiesa di Santa Corona, il cortile di Palazzo Trissino e l'Oratorio di San Nicola. L'edizione 2017 ospiterà personaggi di caratura internazionale come il baritono Leo Nucci, il soprano Barbara Frittoli, l'ètoile Carla Fracci, due ballerini dal Bolshoi di Mosca, oltre che una nuova produzione esclusiva de L'Orfeo di Monteverdi.   Questa mattina l'evento è stato presentato dal presidente dell'associazione Concetto Armonico e direttore artistico del Festival Andrea Castello alla presenza del vicesindaco e assessore alla crescita del Comune di Vicenza Jacopo Bulgarini d'Elci. Sono intervenuti alcuni protagonisti del festival, tra cui la ballerina Carla Fracci, il regista Beppe Menegatti e il soprano Barbara Frittoli, il maestro Francesco Erle, lo scenografo Mauro Zocchetta. “Questo è un festival – ha detto il vicesindaco e assessore alla crescita Jacopo Bulgarini d'Elci - che cresce in fretta, quasi troppo in fretta, per una città come la nostra che ha bisogno di tempi lunghi per far proprie le novità, specie se radicali. Questo è un festival che, grazie alla tenacia del presidente Andrea Castello e dei suoi collaboratori, molto garibaldinamente persegue l'intuizione che la musica lirica può e deve andare oltre gli spazi tradizionali. Condividendo questo spirito, l'amministrazione comunale mette a disposizione alcuni luoghi non convenzionali, tra cui la pinacoteca di palazzo Chiericati, sempre più polo culturale votato a contaminazioni innovative, e lo stesso straordinario teatro Olimpico, forse il più coraggioso e “oltraggioso” teatro del mondo. Sono certo che anche quest'anno Vicenza in lirica offrirà alla città molte occasioni per farsi prendere dal desiderio, per la verità già da qualche tempo presente, di risvegliarsi”. “Una città vive e cresce attraverso il contatto con il suo territorio - ha premesso all'illustrazione del programma il direttore artistico Andrea Castello -, la sua storia e la sua tradizione artistico-culturale e quando riesce ad impostare un dialogo aperto e vivace con questi tre elementi senza far si che uno prevalga sull'altro ma instaurando uno scambia dialettico e stimolante, pone le basi per porsi come una città che guarda avanti, che crea ponti e che non si barrica dietro a muri. Quando alla scialba monocromia del monologo si sceglie il cromatismo del confronto si sta costruendo una strada nuova e proprio in questo senso va inteso ed interpretato il Festival “Vicenza in Lirica” giunto alla sua quinta edizione che vuole porsi e crescere come spazio aperto per il dialogo tra diverse tipologie di forme artistiche”. La città di Vicenza ospiterà dunque dal 26 agosto al 9 di settembre il Festival internazionale “Vicenza in Lirica – dialoghi barocchi”, organizzato grazie al sostegno e patrocinio del Comune di Vicenza e all’ospitalità e al sostegno delle Gallerie d’Italia - Palazzo Leoni Montanari oltre al sostegno di numerosi sponsor privati particolarmente permeabili e sensibili al suo obiettivo. Un format di festival lirico multidisciplinare che, abbinando diverse tipologie di corsi (alta formazione in canto lirico, perfezionamento e debutto per giovani artisti) a concerti, opere e conferenze, animerà attraverso la magica coesione tra suono, parola e gesto, alcuni tra i più importanti luoghi della città palladiana. Tanto numerosi quanto prestigiosi saranno gli ospiti di questa quinta edizione che si aprirà sabato 26 agosto al Teatro Olimpico con un concerto del celebre baritono Leo Nucci, imperniato su alcune tra le più celebri arie del grande repertorio lirico verdiano ed al quale verrà consegnato il premio alla carriera “Vicenza in Lirica – Concetto Armonico” 2017. Il Festival proseguirà poi con ugual livello ospitando il celebre soprano Barbara Frittoli, impegnata in una master class di canto lirico presso le Gallerie d'Italia - Palazzo Leoni Montanari, il soprano Gemma Bertagnolli, una delle interpreti italiane di riferimento per quanto riguarda il repertorio barocco, presente per uno speciale corso finalizzato al debutto in scena dei giovani cantanti ne “L'Orfeo” di Monteverdi e, non ultimo, il noto sopranista Angelo Manzotti che, oltre ad essere docente in una specifica master class per sopranisti e contraltisti, terrà un concerto presso l'Oratorio di San Nicola. Molta attesa per la nuova produzione de “L'Orfeo” di Claudio Monteverdi in occasione dei 450 anni dalla nascita del grande compositore, in scena al Teatro Olimpico il 6 - 7 settembre e che, ispirandosi alla distruzione di Vicenza nella seconda Guerra Mondiale ed alla sua rinascita, presenterà un innovativo allestimento scenico basato sulle tecniche del video mapping, che garantendo l’assoluto rispetto del monumento, lo valorizzeranno in maniera emozionale ed empaticamente narrativo. Una scenografia forte e di grande impatto storico-artistico che attingerà potenza e significante dall'impianto stesso dello Scamozzi. Fondamentale, in tutto il progetto teatrale, la collaborazione dell'editore Angelo Colla che ha messo a disposizione alcune opere di Neri Pozza e del Prof. Mauro Zocchetta che ha ideato la scenografia virtuale, realizzata poi da Zebra Mapping, azienda vicentina leader nell'illuminazione artistica ed in scenografie immersive dedicate alle performance dal vivo. L'opera verrà concertata e diretta dal M° Francesco Erle, specialista nel settore della musica barocca alla guida della Schola San Rocco di Vicenza e vedrà sul palcoscenico un gruppo di giovani artisti selezionati dalla direzione artistica del Festival in specifiche audizioni a ruolo svoltesi nel mese di maggio. Si proporranno inoltre venerdì 8 settembre nella suggestiva cornice del cortile delle Gallerie d'Italia – Palazzo Leoni Montanari, due intermezzi: “La Finta Tedesca” di Johann Adolf Hasse e “La Dirindina” di Domenico Scarlatti interpretati da giovani solisti scelti dal concorso di canto lirico “Sarzana Opera Festival” e con la presenza degli archi dell'Orchestra Sinfonica dei Colli Morenici diretti dal M° Gianluigi Dettori. Una nota a parte merita certo la serata di mercoledì 30 agosto (replica il 31 agosto) quando, in esclusiva per il Festival, verrà presentata la piéce “15 ottobre 1917, ultima notte di Mata Hari” con protagonista Carla Fracci che si esibirà in un inedito spettacolo ideato dal regista Beppe Menegatti. Lo spettacolo, abbinando danza, poesia e musica celebrerà i 100 anni dalla morte della famosa danzatrice, condannata alla pena capitale per la sua attività di spionaggio durante la Prima Guerra Mondiale per la quale è passata alla storia. I testi dello spettacolo sono scritti dal prof. Giuseppe Scaraffia. Il Festival presenterà poi, uno spettacolo ospite dal titolo “Russia tra favola e realtà” che si terrà al Teatro Olimpico sabato 2 settembre. Preziosi ospiti due primi ballerini del Teatro Bolshoi di Mosca che saranno impegnati, insieme ad altri artisti, in una performance completamente dedicata al grande repertorio russo. A chiudere il Festival sabato 9 settembre tornerà il barocco con il Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano, alla sua terza presenza a Vicenza in Lirica, che presenterà al pubblico la nuova edizione critica de “L’Estro armonico” di Antonio Vivaldi. Molti altri ancora saranno gli appuntamenti che arricchiranno la programmazione del Festival “Vicenza in Lirica – dialoghi barocchi” che si snoderanno attraverso momenti di musica-aperitivo in alcuni tra i più suggestivi scorci della città, in raffinati dialoghi tra musica, prosa e arti figurative e naturalmente in concerti la cui direzione artistica è stata studiata e curata nei minimi dettagli dal giovane Andrea Castello, presidente dell'Associazione culturale Concetto Armonico che da marzo è anche presidente dell’associazione “Archivio storico Tullio Serafin”. In questo ambito certamente da ricordare lunedì 28 agosto l’appuntamento “I volti di Van Gogh” a Palazzo Chiericati in attesa della grande mostra prevista presso la Basilica palladiana il prossimo autunno ed un singolare concerto che martedì 5 settembre proporrà una particolare contaminazione tra voce e chitarra. Quindici giorni di autentica festa delle arti e per le arti dunque, che attraverso cortili, piazze e teatri, spazi creati per favorire l'incontro e lo scambio, potranno comunicare con il loro linguaggio più autentico e cogliere la sensibilità di chi vorrà goderne la particolare malia che una città come Vicenza, patrimonio culturale dell'Unesco, non potrà che veicolare attraverso tutta la sua storia.   Per informazioni su spettacoli e biglietti:www.vicenzainlirica.it info@vicenzainlirica.it0039 349 6209712 http://www.comune.vicenza.it/vicenza/eventi/evento.php/174956
  • Associazioni, pubblicato il nuovo bando per la concessione dei locali all'ex scuola Giusti
    E' stato pubblicato l'avviso per la nuova concessione ad associazioni ed enti dei locali dell'ex scuola elementare Giusti, dell'ex ufficio Leva di via Arzignano e dell'immobile di viale Trissino 161. Le concessioni attuali sono infatti scadute. I locali dell'ex scuola elementare Giusti saranno prioritariamente assegnati ad associazioni che operano nell'ambito della solidarietà e dell'utilità sociale, mentre quelli dell'ex ufficio Leva di via Arzignano ad associazioni ex combattentistiche e d'arma. L'avviso con le modalità di presentazione della domanda, che va presentata entro le 12 del 15 settembre all'Ufficio Patrimonio del Comune, i canoni e i criteri di valutazione è pubblicato sul sito del Comune alla pagina http://www.comune.vicenza.it/albo3/altri.php/176174
  • 243° anniversario della fondazione della Guardia di Finanza
    Le parole del sindaco e presidente della Provincia Achille Variati in occasione delle celebrazioni per il 243° anniversario della fondazione della Guardia di Finanza: “Esprimo la mia più sentita gratitudine al comandante provinciale, colonnello Crescenzo Sciaraffa, e a tutti i finanzieri di ogni ordine e grado che operano nel Vicentino per il loro lavoro quotidiano al servizio dei cittadini. In particolare, ricordo l’impegno nel contrasto all’evasione fiscale e alla corruzione: nonostante i risultati raggiunti, ci sono ancora troppi disonesti che con le loro attività illecite danneggiano tutta la comunità. Vengono chiamati spesso “furbi” perché riescono a trarre un vantaggio personale aggirando leggi e regole, ma in realtà non sono altro che parassiti che aumentano il proprio benessere illecitamente a scapito dei cittadini onesti. Per questo è fondamentale lo sforzo della Guardia di Finanza, anche attraverso attività investigative complesse, per individuare i responsabili di questa vera e propria piaga. Non va, inoltre, dimenticata l’attività nelle strade, nelle piazze e nei parchi del nostro territorio per prevenire e reprimere il traffico e lo spaccio di sostanze stupefacenti, in particolare le droghe pesanti, che sono causa di degrado urbano, tossicodipendenza ed emarginazione sociale. In occasione di questo anniversario voglio, inoltre, ricordare chi ha perso la vita durante il servizio ed in particolare il maresciallo capo Rocco Voci, scomparso nel 1981, rivolgendo un caloroso abbraccio alla vedova Maria Italia Verico e al figlio Enzo oggi presenti alle celebrazioni durante cui è stata commemorata la sua figura”.
  • Notte bianca,dalle 17.30 del 24 giugno accesso ridotto alla ZTL e barriere antisfondamento
    Notte bianca di sabato 24 giugno: a partire dalle 17.30 barriere in cemento armato e transenne limiteranno l'ingresso alla zona a traffico limitato (ZTL), a cui comunque potranno accedere solamente i veicoli, purché regolarmente e preventivamente autorizzati, delle persone con disabilità, residenti, dimoranti, esercenti attività commerciali e degli organizzatori della manifestazione. Tali misure, contenute in un'ordinanza del Settore mobilità e trasporti del Comune di Vicenza, costituiscono l'attuazione di alcune delle disposizioni definite nei tavoli tecnici coordinati in questi giorni dal questore Giuseppe Petronzi in relazione alle indicazioni emanate dal capo della polizia Franco Gabrielli in tema di “safety” e “security”. Nel dettaglio, dalle 17.30 di sabato 24 giugno alle 3 di domenica 25 giugno, e comunque fino a cessate esigenze, l'accesso a piazza Matteotti da levà degli Angeli sarà limitato dall'installazione di due new jersey autostradali, già collocati sul posto ieri pomeriggio, e di altri blocchi in cemento armato che avranno l'obiettivo di impedire fenomeni di sfondamento. Sempre dalle 17.30 di sabato 24 giugno blocchi in cemento armato ostacoleranno l'accesso diretto a contra' Porti, all'incrocio con contra' Pedemuro San Biagio e contra' Apolloni, e a contra' Montagna, in corrispondenza di piazzale del Mutilato. Dalla stessa ora transenne opportunamente posizionate limiteranno l'accesso ai varchi tra contrà Gazzolle e contra' San Paolo; tra contra' S. Antonio e contra' Tre Scalini; tra contra' Pasini e contra' S. Antonio; in corso Fogazzaro, all'incrocio con contra' Pedemuro san Biagio e contra' Motton San Lorenzo. In piazzale De Gasperi, su entrambi i fornici di porta Castello, blocchi in cemento armato limiteranno il passaggio dei veicoli dalle 19.15. A partire da quell'ora i mezzi del trasporto pubblico locale di SVT che transitano in quella zona subiranno deviazioni per consentire lo svolgimento degli eventi in programma (deviazioni indicate sul sito www.svt.vi.it/). Sempre dalle 19.15 transenne posizionate in piazza Castello limiteranno il transito da e verso contra' Vescovado e contra' Mure Pallamaio e altre transenne quello tra contra' Mure di Porta Castello e contra' Motton San Lorenzo.   Inoltre, come detto, dalle 17.30 fino alle 3 della mattina successiva, per limitare il numero di veicoli circolanti nell'area della manifestazione, potranno accedere alla ZTL solamente mezzi regolarmente e preventivamente autorizzati delle persone con disabilità, residenti, dimoranti, esercenti attività commerciali e degli organizzatori degli eventi. Perché la Notte bianca di Vicenza sia una grande festa senza pericolo per la sicurezza e la salute dei partecipanti, sarà infine vietato somministrare e vendere bevande da asporto in bottiglie di vetro e lattine. La somministrazione e la vendita per asporto di bevande in contenitori di vetro o lattine scatta dalle 18 di sabato 24 alle 3 di domenica 25 giugno per esercizi pubblici, venditori ambulanti e esercizi commerciali che operano all'interno delle aree interessate dai numerosi eventi della manifestazione e comunque in tutte nelle vie e piazze del centro storico. Il divieto non riguarda le consumazioni che avvengono all'interno dei locali e dei plateatici regolarmente autorizzati. Per i trasgressori la sanzione va da un minimo di 25 a un massimo di 500 euro.   Per informazioni sulla manifestazione: www.nottebiancaitalia.it www.comune.vicenza.it/vicenza/eventi/evento.php/175397
  • Il Giornale di Vicenza

  • Un Lungobrenta Hemingway progettato dagli studenti
    Gli studenti delle scuole superiori ed il  Comune al lavoro insieme  «Approfittiamo dei lavori sul Ponte per cambiare volto alla zona»
  • Cedimento della fognatura E la strada frana due volte
    Chiuso con l'asfalto ma si è ricreato il giorno dopo  Il Comune: «Problema imputabile allo spostamento di tubature sottostanti. Interverrà Acque Vicentine»
  • Tributo ai Pink Floyd con Big One a Marostica
  • Pastorelli e il Vicenza: "Presto sarò presidente"
  • Menu trilingue a Vicenza Ma l’obbligo è sconosciuto
    LA NORMATIVA. Nel regolamento dei plateatici è previsto che i prodotti dei locali pubblici siano presentati in almeno tre lingue, ma nessuno lo sa. La disposizione risale al 2005. Molti bar e ristoranti del centro hanno solo la versione in inglese «Nessuno ci ha mai avvisati»
  • Vicenza, lo scafista killer ha fatto perdere le tracce
    Per la questura persone come il nigeriano «vanno allontanate dalla città»: ordinato il rintraccio   Ma dopo l'ultimo controllo  l'africano non si trova
  • Tir trancia i cavi elettrici Linea ferroviaria sospesa
  • Colpaccio Vicenza Pazienza ha firmato
  • Real Vicenza, corsa finita Rinuncia alla Lega Pro
  • Comune di Valdagno re delle destinazioni 5X1000
  • Panda contro camion Grave un 19enne
  • Parità di genere, è polemica Fedeli contestata a Vicenza
  • Troppe nutrie sugli argini Il sindaco: «Potete sparare»
  • Schianto mortale il guidatore aveva bevuto
    Inchiesta per omicidio colposo a carico dell'automobilista  Il pm ha disposto l'autopsia  sul corpo dellla vittima di 37 anni
  • «Le figlie fecero uccidere la madre»
    Alessandra Cusin condannata all'ergastolo è in attesa della Cassazione. Un preside leoniceno  all'epoca fu arrestato e prosciolto
  • Il condominio: Ultime

  • Condominio: niente risarcimento danni per l`umidità
    di Lucia Izzo - Il proprietario dell`appartamento non ha diritto al risarcimento di danni se dalla consulenza tecnica preventiva emerge che i danni a causa delle infiltrazioni di umidità sono provocati ...
  • Condominio: tenere la tv ad alto volume è reato
    di Lucia Izzo - Il comportamento di chi tiene accesa la televisione ad alto volume è idoneo a integrare il reato di "disturbo del riposo delle persone" di cui all`art. 659 del codice penale, mentre ...
  • Riscaldamento: multe fino a 2.500 euro per i condomini non in regola entro il 30 giugno
    di Marina Crisafi – Si avvicina inesorabilmente la scadenza per adeguare i termosifoni alla normativa sulle termovalvole. La scadenza infatti è fissata al prossimo 30 giugno, cioè tra circa 10 giorni, e per chi viene trova...
  • Condominio: arriva il registro degli amministratori ma l`Anammi dice no
    di Marina Crisafi - "No al registro degli amministratori di condominio, che rischia di trasformarsi in una tassa sui professionisti, senza fornire alcuna garanzia all`utenza". Così l`Anammi, l`Associazione Nazional-europea...
  • Condominio: la mediazione per le liti diventa permanente
    di Lucia Izzo - Viene cancellata la fase di sperimentazione della mediazione obbligatoria civile e commerciale prevista dal d.lgs. n. 28/2010, che diviene così strumento stragiudiziale definitivo...
  • Condominio: la spesa urgente è quella necessaria a prevenire un possibile danno o pericolo
    Avv. Paolo Accoti - Ai sensi dell`art. 1134 cc, il condomino non ha diritto al rimborso delle somme anticipate per la gestione delle parti comuni senza autorizzazione dell`amministratore o dell`assemblea, salvo che si tratti di spesa ...
  • In condominio ciascuno risponde per sé e finché non paga
    di Valeria Zeppilli - Con la sentenza numero 14530/2017, depositata il 9 giugno e qui sotto allegata, la Corte di cassazione ha ribadito un orientamento giurisprudenziale ormai consolidato in materia condominiale: quello avent...
  • Condomini: bonus ristrutturazione anche per chi è senza redditi
    di Lucia Izzo - Ai condòmini che beneficiano della detrazione d`imposta per particolari interventi relativi all`adozione di misure antisismiche e di riduzione del rischio sismico, nonché per gli interventi...
  • Spese legali per decreti ingiuntivi opposti: paga il condomino moroso
    Avv. Michele Orefice - È noto che nei confronti dei condòmini morosi, l`amministratore può ottenere dal giudice l`emissione di un decreto di ingiunzione, senza alcuna autorizzazione da parte dell`assemblea condominiale. L`art. 63 del...
  • Condominio: niente nomina per l`amministratore non aggiornato
    di Marina Crisafi - Nulla la nomina dell`amministratore di condominio che non si aggiorna, non frequentando i corsi previsti dalle norme. Lo ha sancito il tribunale di Padova con una recente sentenza (n. 818/2017 so...